REGIONE LAZIO – Autonomie Locali, eletti tre politici della Città del Nordest

Vince ancora il Centrodestra. A Guidonia Bertucci chiede lo “sfratto” del Pd dalla maggioranza

Tre politici della Città del Nordest faranno parte del Consiglio delle Autonomie Locali del Lazio (Cal). E’ l’esito delle elezioni tenutesi giovedì 9 novembre in cui i sindaci e i consiglieri di 373 comuni laziali sono stati chiamati a votare per designare i 23 membri elettivi (su 40 totali) dell’Assemblea (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

Nella fascia demografica dei Comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti Veronica Cipriani, consigliera comunale di maggioranza a Guidonia Montecelio, eletta a giugno 2022 nella Lista civica di Centrodestra “Il Biplano”, ha conquistato uno scranno al Cal nella Lista “Territorio e Partecipazione”.

Nella stessa fascia demografica dei Comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti si registra l’elezione al Cal anche per Marco Benedetti, sindaco di Centrosinistra di Mentana. Tra gli eletti nella fascia demografica dei Comuni tra 5000 e 15.000 abitanti spicca il nome del sindaco di Centrodestra di Marcellina Alessandro Lundini.

Da registrare inoltre l’elezione al Cal della sindaca di Licenza Ilaria Passacantilli e della consigliera comunale di Marano Equo Luisa Piacentini.

Di seguito i dati definitivi delle elezioni del Cal:

Eletti nei Comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti

Centrodestra: Luisa Piacentini – Alfonso Santangeli – Giammarco Florenzani – Chiara Simonetti – Luigi Landi – Armando Cipolloni.

Centrosinistra: Ilaria Passacantilli – Angelo Mattoccia – Danilo D’Ignazi

LEGGI ANCHE  RIANO - “Per un pugno di note”, concerto al Parco De Santis

Eletti nei Comuni con popolazione tra 5000 e 15.000 abitanti

Centrodestra: Alessandro Lundini – Simone Paris – Vincenzo Petroni – Maria Caccia – Sabrina Verri

Centrosinistra: Pietro Nocchi – Emanuela Bartolini – Serena Gara

Eletti nei Comuni con popolazione superiore a 15.000 abitanti

Centrodestra: Rocco Fabio Papalia- Vincenzo La Pegna – Veronica Cipriani – Raffaella Neocliti

Centrosinistra: Marco Benedetti – Aura Contarino

Soddisfazione per i risultati tra gli esponenti del Centrodestra.

“Le elezioni per il rinnovo del Consiglio delle Autonomie Locali (CAL) testimoniano uno straordinario risultato per il centrodestra in generale e Fratelli d’Italia in particolare, capace di eleggere ben 10 esponenti sui 15 ottenuti dalla coalizione di centrodestra”, sono le parole del deputato di Fratelli d’Italia, Alessandro Palombi eletto nel Collegio di Guidonia Montecelio.

“Un risultato specchio del radicamento di FdI nel territorio, della credibilità acquisita tra gli amministratori locali e dell’ottimo lavoro svolto dal coordinatore regionale, il collega Onorevole Paolo Trancassini – prosegue il deputato – Le mie congratulazioni vanno a tutti gli eletti e in particolare a quelli afferenti al collegio Camerale di Guidonia, Alessandro Lundini, Luisa Piacentini (entrambi primi degli eletti nelle proprie fasce demografiche) e Veronica Cipriani che sapranno portare la voce delle nostre aree anche all’interno di questo importante organo della Regione Lazio”.

A commentare l’esito delle votazioni del Cal e la vittoria del centrodestra sul centrosinistra è anche Adalberto Bertucci, capogruppo di Fratelli d’Italia nel consiglio comunale di Guidonia Montecelio.

LEGGI ANCHE  PALOMBARA SABINA - Fedeli in festa, restaurata l’antica cappellina di Sant’Anatolia

“Voglio sperare che sia finita. Del resto i numeri, anche stavolta, parlano chiaro. Si è sancito il netto predominio di Fratelli d’Italia, che ha contribuito in maniera forte all’elezione di Veronica Cipriani, candidata per la maggioranza ma espressione anche del nostro partito secondo accordi regionali e provinciali. Una consigliera civica è stata dunque eletta anche con i nostri voti”.

“Dopo le regionali, anche queste elezioni hanno confermato un trend netto ed evidente – aggiunge Bertucci – La lista di centrodestra esce da Guidonia con 21 voti, contro i 4 arrivati per quella di centrosinistra: adesso il PD dovrà prendere atto anche di questa nuova debacle, e, se resta un minimo di amor proprio, annunciare le dimissioni dell’assessore Cuccuru e la conseguente uscita dalla maggioranza del gruppo consiliare.

Solo in questo modo riusciranno a salvare una situazione che a livello di immagine ma anche politico sta facendo acqua da tutte le parti”.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.