Furti in gioiellerie e appartamenti. Smantellata banda di romeni con base a Tivoli

La base era tra Tivoli e Gallicano nel Lazio. Da qui pianificavano i colpi e si spostavano verso diverse città del centro Italia per rubare in abitazioni e centri commerciali. Nel giro di un mese hanno compiuto sedici colpi tra Pomezia, L’Aquila, Perugia, Ascoli Piceno e Viterbo. In manette sono finiti quattro romeni e così i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Frascati hanno messo fine all’attività della banda.
Dopo aver deciso gli spostamenti da fare, i malviventi si muovevano a bordo di auto rubate facendosi scortare da altre vetture che fungevano da “sentinelle”. Il loro compito era quello di procedere a distanza sullo stesso percorso controllando l’eventuale presenta di posti di blocco da parte delle forze dell’ordine e potendo così informare in tempo reale i complici al seguito.
La banda prediligeva in particolare le gioiellerie e negozi di abbigliamento di lusso tanto che soltanto due dei colpi messi a segno in un mese ha fruttato 200mila euro tra gioielli e orologi preziosi, mentre in un altro furto sono stati portati via capi griffati per un valorei stimato in 50mila euro.
I ladri prima individuavano i negozi da svaligiare all’interno dei centri commerciali, poi si intrufolavano all’interno degli stessi centro manomettendo i sistemi di allarme. Quindi con una sega circolare a scoppio forzavano le saracinesche delle gioiellerie per intrufolarsi al loro interno. In qualche caso sono arrivati anche a creare dei buchi alle pareti per riuscire ad entrare nei locali commerciali.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  GUIDONIA - “Utiz”, il riscatto rap delle periferie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.