Capena – Il messaggio del sindaco Barbetti ai genitori

“Cari genitori dei bambini più piccoli e degli adolescenti,
immagino che di fronte a questa emergenza avrete una grande preoccupazione in più .
La chiusura improvvisa delle scuole vi ha posto in una nuova , complessa , riorganizzazione familiare.
Cercate, mi raccomando , di stare vicino ai vostri figli e di parlare ogni giorno con loro .
La televisione purtroppo trasmette notizie angoscianti che temo , i bambini , non sappiano emotivamente gestire .
Teneteli lontano , soprattutto dalle immagini che ci bombardano ogni giorno .
Hanno capito che devono star a casa e temono per voi quando andate a lavorare o uscite per necessità .
Non lasciateli da soli davanti alla televisione ma aiutateli sempre ad elaborare le loro paure e preoccupazioni .
Tutti , sono stati allontanati dai loro nonni e saranno preoccupati per loro, così come temono per voi , quando uscite di casa per lavoro o per necessità .
Fateli sentire importanti e protagonisti nella protezione delle persone anziane.
Cercate in questo periodo di stare a lungo con loro , non lasciate senza risposte le loro domande , non lasciateli elaboratore , la comprensibile paura , da soli .
Potete coinvolgerli in attività di chat di classe con i loro compagni , aiutarli nei compiti che le maestre hanno assegnato , per i più piccoli le favole , per i grandi letture ed attività manuali che li faranno sentire più attivi .
Chi ha un piccolo giardino non rinunci ad un momento all’aria aperta . Anzi è’ salutare .
Purtroppo sono protagonisti di una emergenza importante che si porteranno per sempre dentro la loro vita , dovete far sì che riescano ad assorbirla senza grosse conseguenze per il loro futuro da adulti .
Non esistono ricette e consigli magici .
Le solite tre A , Amore , Ascolto , Attenzione
Voi genitori ne avete tutti in abbondanza ed in questi momenti dovete usarle ancora di più’.
In ultimo , se potete , lanciategli , non dategli , un bacio da parte del Sindaco a nome di tutta la comunità di Capena .
Fategli sentire ,sin da bambini ,l’importanza di vivere in una comunità che tutta insieme e’ partecipe , unita ed attiva per sconfiggere questo brutto momento .
Sarà un insegnamento civico importante perché
insieme , con fiducia , potremo sicuramente farcela per restituire a loro ed al nostro paese un futuro sereno.
Intanto chi può ,chi deve in questi giorni
RESTI A CASA .
Un grande abbraccio virtuale a tutti

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  TIVOLI - “Violentata da fratello e cugino”, non era vero: assolti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *