Auto contro mucca in A/24, gli Enti fanno scaricabarile

Dopo il grave incidente del 6 febbraio si scopre che il bovino vagava abusivamente. Strada dei Parchi denuncia il taglio della recinzione, il Comune di San Gregorio vieta il pascolo a ridosso dell’autostrada

Un’auto investe una mucca in autostrada: una coppia di coniugi ricoverata in ospedale, illesi i figli piccoli, la Bmw distrutta, deceduto il bovino.

Un caso più unico che raro sul quale indaga la Procura di Tivoli a seguito del grave incidente stradale – raccontato in esclusiva da Tiburno.Tv – avvenuto domenica pomeriggio 6 febbraio sull’autostrada Roma-L’aquila A/24, nota anche come “Strada dei Parchi”, tra il chilometro 20 e 22,200, nel territorio di San Gregorio da Sassola.

I feriti sono Carlo Cherubini e Valentina Scarchilli, marito e moglie di 45 e 41 anni, lui ex calciatore cresciuto nella Primavera della Lazio, da un anno manager del Rimini Calcio, lei ex ballerina e coreografa professionista, oggi è vice presidente della società sportiva “CHC – Champion Club Soccer Academy” fondata dal marito.

Mentre gli agenti della Sezione Roma Est della Polizia Stradale ricostruiscono dinamica e accertano eventuali responsabilità dell’incidente, gli Enti producono atti che sanno di scaricabarile.

Ieri, martedì 29 marzo, il sindaco di San Gregorio da Sassola Giovanni Loreto Colagrossi ha firmato l’ordinanza numero 2 con la quale vieta il pascolo con decorrenza immediata sulla porzione di territorio comunale denominato “Quarto della Valle”, ossia l’area confinante con l’autostrada A24-A25.

LEGGI ANCHE  MONTEROTONDO – Tornano i festeggiamenti di Carnevale (con raddoppio)

Il provvedimento del sindaco Colagrossi fa seguito alla denuncia/querela presentata da Strada dei Parchi per la presenza di “bovini che pascolavano liberamente tra la zona di recinzione e l’adiacente barriera di sicurezza di ritenuta passiva, esattamente al km 20+400, quindi all’interno dei reticolati autostradali” dove gli animali si sarebbero introdotti a causa del taglio dei reticolati autostradali “ad opera di ignoti”.

Il 23 febbraio la stessa Strada dei Parchi aveva invitato il Comune ad adottare ogni necessaria e opportuna attività di controllo del territorio e ad assumere i provvedimenti opportuni. E il medesimo invito è pervenuto al Comune di San Gregorio mercoledì 16 marzo da parte della Prefettura di Roma.

Nell’ordinanza firmata ieri dal sindaco Colagrossi si evidenzia che chiunque abbia condotto al pascolo animali nei terreni in località denominata “Quarto della Valle” ha agito ed agisce in violazione del Regolamento comunale e all’insaputa dell’Ente. Nel medesimo provvedimento di ieri viene infatti specificato che agli uffici comunali non risultano pervenute richieste e dichiarazioni per fruire dei terreni a uso pascolo nel 2022.

LEGGI ANCHE  MONTEROTONDO - Addio a Roberto Buonasorte, il ricordo dell'amico Marco Di Andrea

Anche a prescindere dalle responsabilità, che allo stato delle verifiche devono ritenersi insussistenti, del Comune in relazione ai fatti segnalati – si legge nell’ordinanza del sindaco di San Gregorio – si rende comunque necessario adottare con urgenza ulteriori provvedimenti volti a cercare di evitare il ripetersi di siffatti eventi e, quindi, provvedere all’esecuzione di opere (ad individuarsi con separata ordinanza) sui terreni siti in località “Quarto della Valle”, confinanti con l’autostrada A24-A25, che impediscano l’eventuale sconfinamento di persone ed animali sull’autostrada e comunque al fine di cercare di prevenire pericoli per l’incolumità pubblica”.

Pertanto il sindaco convocherà tutti i soggetti che fanno pascolare legittimamente gli animali per invitarli ad adottare ogni massima precauzione e controllo dell’attività di pascolo svolta.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.