GUIDONIA – Furti ai negozi, assaltata la “Farmacia Centrale”

In due hanno tentato di forzare la saracinesca in viale Roma. Furto riuscito in sala scommesse a Villalba

Le attività commerciali di Guidonia Montecelio di nuovo nel mirino della micro-criminalità.

All’alba di oggi, mercoledì 26 ottobre, i malviventi sono tornati a colpire in viale Roma, la strada principale del Centro cittadino di Guidonia, nei mesi scorsi letteralmente tartassata dai predoni notturni. A farne le spese stavolta è stata la “Farmacia Centrale Guidonia” della dottoressa Simonetta Scaramella al civico 140 di Viale Roma.

Secondo le prime informazioni raccolte dal quotidiano on line Tiburno.Tv, le telecamere di video sorveglianza hanno ripreso due uomini incappucciati nel tentativo inutile di forzare la serranda della porta d’ingresso. I malviventi sono fuggiti a mani vuote e sul posto è intervenuta una pattuglia del Commissariato di Tivoli.

Sempre stanotte un’altra attività commerciale è stata assaltata. Si tratta della “Sisal Matchpoint”, sala scommesse, sala slot e Supernalotto di Via Tiburtina 137 a Villalba di Guidonia (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO).

Verso la mezzanotte di ieri, martedì 25 ottobre, i banditi sono riusciti a forzare la grata in acciaio di protezione di una finestra dell’attività che affaccia su piazza della Repubblica, il cuore della frazione di Guidonia Montecelio: le telecamere di video-sorveglianza hanno ripreso la banda in azione portar via le casse e i contanti in meno di un minuto.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Bocce, il Circolo di Villanova boccia la disabilità

I due assalti di stanotte fanno temere un ritorno dei predatori notturni a Guidonia Montecelio.

Soltanto all’alba di sabato scorso 22 ottobre nel mirino dei malviventi era finito il supermercato “Il Castoro” di via Casal Bianco 2, a Guidonia Centro (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

In quel caso la “Banda della Spaccata” con un furgone ariete aveva abbattuto la vetrata del punto vendita mettendo le mani sulla cassaforte ma era stata costretta a dileguarsi a mani vuote.

Poche ore prima un altro furto era stato consumato a circa 800 metri dal supermercato ai danni della “Pasticceria Ferrari” di Via Numa Pompilio, 55, nella zona “Camionabile”, a Guidonia Centro (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO).

LEGGI ANCHE  Dott. Kids, il nostro migliore alleato

In quel caso i Carabinieri della Tenenza di Guidonia avevano arrestato per tentato furto aggravato due fidanzati italiani, lui 34enne di etnia rom domiciliato presso il campo nomadi abusivo dell’Albuccione, lei 42enne di Tivoli Terme, entrambi già noti alle forze dell’ordine.

Nella stessa giornata di sabato il Tribunale di Tivoli ha convalidato l’arresto della coppia concedendo ad entrambi i domiciliari.

L’escalation di furti alle attività commerciali della città dell’Aria era iniziata all’alba di domenica 9 ottobre con un tentativo di furto alla Gelateria Artigianale dei fratelli Edgardo e Bruno Perrelli, al civico 15 di viale Roma (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO).

A colpire alle 4 del mattino era stato il cosiddetto “Zoppo di viale Roma”, il ladro claudicante che di notte si aggira per la strada principale di Guidonia Centro in cerca del negozio giusto da svaligiare.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.