Lavori sulla Salaria, in arrivo due rotatorie a Settebagni

Un anno di lavori e di restringimento della carreggiata. Rischio caos traffico a Monterotondo

Da lunedì 8 maggio saranno avviati da Anas gli interventi di realizzazione di due nuove rotatorie sulla strada statale 4 “Salaria”, la prima al km 13.300 (via Casali di Settebagni) e la seconda al km 13.900 in località Settebagni. Potrebbero esserci ripercussioni sulla viabilità da Monterotondo.

E’ l’intervento compreso nel Piano di potenziamento della Salaria e finalizzato al miglioramento della sicurezza stradale dell’importante arteria del quadrante nord della città.

Un anno di lavori sulla Salaria

I lavori per la realizzazione delle rotatorie rientrano nelle opere infrastrutturali prioritarie individuate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

I lavori hanno come obiettivo quello di potenziare e mettere in sicurezza le intersezioni, innalzando le prestazioni dell’infrastruttura in termini di livelli di servizio e di risposta alla domanda di trasporto. Lo scopo della progettazione – scrive Anas in una nota – è migliorare la sicurezza dell’intersezione e aumentare il comfort degli utenti, attraverso la collocazione di una rotatoria in sostituzione dell’intersezione esistente di tipo semaforizzato, garantendo un nuovo e più efficiente impianto di illuminazione, una riqualifica dei marciapiedi pedonali e nuovi  sistemi di ritenuta”.

Gli interventi avranno una durata di 350 giorni e saranno conclusi entro la fine di febbraio 2024. 

LEGGI ANCHE  Prevenzione cardiovascolare, parola al cardiologo del Gruppo INI Dario Giordano

Per 7 mesi carreggiate ridotte sulla Salaria

Per consentire lo svolgimento dei lavori, nella prima fase (circa 3 mesi) saranno realizzare le lavorazioni esterne alle due carreggiate, limitando le modifiche alla circolazione esclusivamente  per la realizzazione di alcuni spostamenti di sottoservizi interferenti. Successivamente , nella fase dei lavori di maggiore impatto ( della durata di circa 7 mesi ) saranno istituite le riduzioni di carreggiata, sia in direzione Rieti che in direzione Roma.

Saranno previsti spazi dedicati alle manovre per consentire in sicurezza l’inversione di direzione di marcia limitato ai soli mezzi di massa inferiore alle 7 tonnellate, per una questione di spazi di manovra e raggi di curvatura.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.