TIVOLI - Little Tony, a piazza Garibaldi arriva una statua donata dalla famiglia

Il 27 maggio è il decennale della scomparsa: giardino a Ponte Gregoriano e targa commemorativa in via dei Sosii

A Tivoli fervono i preparativi per il decennale della scomparsa di Antonio Ciacci, in arte “Little Tony”, uno dei maggiori rappresentanti della canzone italiana, il tiburtino più noto al mondo (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

Se il 5 maggio scorso l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giuseppe Proietti ha deciso di intitolare all’artista i giardini prospicienti via di Ponte Gregoriano come “Il giardino di Little Tony”, oggi – lunedì 22 maggio – la giunta ha votato un atto di indirizzo per ulteriori iniziative in occasione del 27 maggio prossimo.

Con la delibera numero 97 – CLICCA E LEGGI LA DELIBERA – l’Esecutivo ha accolto la duplice proposta avanzata dalla famiglia Ciacci tramite la “Accademia Ergo Cantemus” per onorare l’uomo che nella sua carriera artistica e di ambasciatore di musica e di cultura in tutto il mondo ha reso pregio e visibilità alla sua città di Tivoli, dove è nato il 9 febbraio del 1941 ed è sepolto dal 27 maggio 2013, data della sua scomparsa.

Così nella mattinata del 27 maggio, contestualmente all’intitolazione de “Il Giardino di Little Tony” a Ponte Gregoriano, sarà apposta una targa commemorativa presso il civico 41 di Via dei Sosii a Tivoli realizzata dal Comune.

Con la delibera numero 97 la giunta Proietti ha inoltre accolto la proposta dell’installazione nei Giardini di Piazza Garibaldi di una scultura raffigurante Little Tony collocato su un basamento che dovrà essere nelle dimensioni conforme ai busti già esistenti nelle aree pubbliche cittadine.

La statua, in corso di realizzazione, sarà a totale carico della Famiglia Ciacci e verrà materialmente collocata in una data condivisa con l’Amministrazione Comunale.

A dieci anni dalla scomparsa del grande artista, sabato 27 maggio la Superba gli rende omaggio con uno speciale evento commemorativo dal titolo “Estasi di un talento intramontabile” proposto dalla famiglia e dall’Accademia Ergo Cantemus Coro ed Orchestre di Tivoli.

Spazio alla musica nel corso della mattinata, durante la quale si terrà anche la cerimonia di intitolazione de “Il Giardino di Little Tony” a un’area verde adiacente a Ponte Gregoriano, che il Comune di Tivoli ha dedicato alla sua memoria.

Ricco il programma della mattinata di commemorazione: alle 9.30 verrà celebrata dal Can. Ciro Zeno la Santa Messa in suo suffragio presso la Chiesa tiburtina di Sant’Antonio Abate, accompagnata dalla vocalità della Soprano Arianna Morelli del Teatro dell’Opera di Roma.

LEGGI ANCHE  Sonno e benessere: gli integratori per ritrovare un sonno ristoratore

A seguire, il Corteo con il “Gruppo Sbandieratori e Musici di Castel Madama”, il Complesso Bandistico “Don Giuseppe del Sole” e l’Associazione Culturale Musicale “Corrado Iannola” renderanno omaggio all’artista con musica ed esibizioni per le vie del centro.

Sosta in via dei Sosii, al civico 41, per la svelatura della targa commemorativa nel luogo che ha dato il natale a Little Tony, con benedizione del Can. Ciro Zeno.

Si arriverà poi a Ponte Gregoriano per la svelatura di un’altra targa: quella de “Il Giardino di Little Tony”, alla presenza del Sindaco di Tivoli Giuseppe Proietti, dell’Amministrazione  comunale, della Famiglia Cristiana Ciacci ed Angelo Petruccetti e del Presidente Luana Frascarelli dell’Accademia Ergo Cantemus di Tivoli.

Proprio ne “Il Giardino” verrà presentato, in anteprima, il busto di Little Tony e la figlia Cristiana Ciacci, in presenza dello scultore Paolo Brozzi, farà l’ultimo “ritocco” sul busto del papà che poi andrà in fonderia per la fusione e verrà successivamente collocato in Piazza Garibaldi. Infine, la benedizione sarà impartita da  S.E.R. Mons. Mauro Parmeggiani Vescovo della Diocesi di Tivoli e Palestrina.

A conclusione dell’evento, per salutare tutti i presenti accorsi ed onorare la memoria di Little Tony, l’omaggio, a piazza Massimo, delle Ferrari della “Scuderia Ferrari Club Roma Appia Antica”.

Il Sindaco di Tivoli Giuseppe Proietti spiega così l’importanza della commemorazione: “Abbiamo fortemente voluto, come Comune di Tivoli, questa giornata di ricordo e di celebrazione di un grande artista che qui è nato e che qui riposa e che ha dato pregio e visibilità alla nostra città nel corso della sua vita. Da oggi in poi anche le future generazioni potranno trovare traccia di Little Tony nel Giardino a lui dedicato”.

Cittadino della Repubblica di San Marino, Antonio Ciacci, in arte Little Tony, nacque in Italia, a Tivoli, il 9 febbraio 1941, da famiglia sammarinese da sette generazioni. I genitori del famoso cantante erano entrambi originari di Chiesanuova.

Fin da giovane si appassionò alla musica, grazie anche alla spinta del padre Novino, cantante e fisarmonicista,  e dello zio Settembrino, chitarrista. Antonio scelse di adottare il nome d’arte Little Tony in omaggio a quello di Little Richard.

Artista poliedrico, amato, imitato, le prime pedane  che Antonio calca sono i ristoranti dei Castelli Romani; seguono poi le balere e i teatri d’avanspettacolo per poi arrivare ai grandi successi con Il trionfo, che arriva nel 1966 quando presenta al Cantagiro una delle canzoni che saranno suo simbolo distintivo: “Riderà” e nel 1964 presenta a Sanremo “Cuore matto”, altro exploit di vendite (prima in classifica, la canzone rimane tra i primi posti per dodici settimane consecutive). “Cuore matto” farà conoscere  Little Tony in altri paesi europei e in America latina. Little Tony si spegne a causa di un tumore a Roma, il giorno 27 maggio 2013. Da allora, la famiglia e i tanti fan in Italia e nel mondo ne portano avanti la memoria.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Via libera al Centro commerciale sulla Nomentana

La famiglia Ciacci e gli organizzatori dell’evento ringraziano per la preziosa collaborazione e proficuo lavoro di sinergia:

il promotore dell’evento Ass. Cult. Accademia Ergo Cantemus di Tivoli Presidente Luana Frascarelli  e Resp. Organizzativo Roberto Canichella unitamente all’intero Direttivo, S.E.R. Mons Mauro Parmeggiani  Vescovo Diocesi di Tivoli e Palestrina, Don Ciro Zeno Canonico della insigne Basilica cattedrale di San Lorenzo Martire della Diocesi di Tivoli, già Presidente onorario di Accademia Ergo Cantemus di Tivoli, Fam. Mariotti Mattia per la gentile concessione della Chiesa S. Antonio Abate, Arciconfraternita Santa Maria del Ponte, San Rocco e Santa Lucia in Gonfalone Tivoli,  Associazione ”Amici S. Antonio Abate” di Tivoli, il Complesso Bandistico “Don Giuseppe del Sole” e Associazione Culturale Musicale “Corrado Iannola” Maestro di entrambe le bande Michela Grossi, Presidente del Complesso Bandistico “Don Giuseppe del Sole”  Giulia Innocenzi e Presidente dell’Associazione Culturale Musicale “Corrado Iannola”  Alessandro Grossi ospitati dalla Banda Musicale di Tivoli, quale sinergia fervida tra i territori ed il M° Giovanni Crielesi,  amico e storico musicista di Little Tony, che, su impulso della Famiglia Cristiana Ciacci,  ha arrangiato per Banda Musicale il famoso brano “Cuore matto”, allo storico “Gruppo Sbandieratori e Musici di Castel Madama” nei legali rappresentanti Scardala Adelmo e  Scardala Ivano, ANC Sezione di Tivoli Presidente Lgt. C.S. Rolando TORTI e Gruppo Operativo Volontari di Tivoli,  Scuderia Ferrari Club Roma Appia Antica, lo scultore Paolo Brozzi di Officina d’Arte, La Soc. Travertini Pascucci, Coro Polifonico Ass. Cult. “Città di Tivoli”, Videomaker BS Production e Mondadori Bookstore Tivoli, La Polizia Municipale di Tivoli, tutti gli organi preposti al servizio di sicurezza, Asa Servizi srl di Tivoli, cooperatori, amici e sostenitori tutti.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.