MONTEROTONDO - Movida selvaggia, “stretta” su alcol e droga: locale chiuso e maxi-multe

Controlli serrati dei carabinieri della locale Compagnia e dei Nas

I Carabinieri della Compagnia di Monterotondo, negli ultimi tre fine settimana, hanno svolto mirati servizi di prevenzione e sicurezza nei luoghi della “movida” per contrastare i fenomeni di degrado e turbativa della quiete notturna nel centro storico della città eretina.

Secondo un comunicato stampa, i militari diretti dal Capitano Carmine Rossi hanno in totale controllato oltre 500 persone, 220 veicoli, 11 attività commerciali, tra mini-market e bar presenti nel centro storico, denunciando per spaccio 2 ragazzi, appena 18enni, e segnalando alla Prefettura di Roma 10 persone per uso personale di sostanza stupefacente, di cui 3 minorenni e 4 appena maggiorenni.

Si è quindi proceduto, unitamente alla Polizia Locale di Monterotondo, ad effettuare dei mirati servizi nei confronti delle attività commerciali dedite alla vendita di alcool presenti nel centro cittadino, accertando che 7 di queste non rispettavano i regolamenti comunali relativi al divieto di vendita di alcool in recipienti di vetro dopo le ore 21 ed in un caso è stata anche accertato l’acquisto di bevande alcooliche da parte di un minorenne; sono state quindi comminate sanzioni amministrative per un importo complessivo di € 30.000, nonché alla chiusura di un esercizio commerciale.

LEGGI ANCHE  MONTEROTONDO - Elezioni, Centrodestra unito per Simone Di Ventura Sindaco

Inoltre, con l’ausilio dei Carabinieri del N.A.S. di Roma, è stato anche accertata la violazione delle norme in tema di sicurezza alimentare, elevando sanzioni per € 2.000 ad altro bar del centro cittadino.

Nel medesimo contesto, i controlli alla circolazione stradale, effettuati nel centro abitato, hanno consentito di accertare violazioni al codice della strada; in particolare sono stati elevati 3 verbali per utilizzo del telefono cellulare alla guida, 3 contestazioni per guida in stato di ebrezza e riscontrate 6 violazioni per circolazione senza assicurazione.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.