Poggio Moiano -4/5 settembre – Di Piazzetta in Piazzetta

all’interno di

un’antica cantina prima di ripartire verso una nuova tappa. Sarà insomma un vero e

proprio percorso enogastronomico nella cultura sabina basata su un’accurata selezione dei

migliori prodotti della zona, a partire dalla bruschetta con l’olio extravergine d’oliva Sabina

D.O.P., “l’oro verde” di questo territorio le cui virtù erano note già ai tempi degli Antichi

Romani; e ancora una vera e propria prelibatezza come i frittelli di cavolo e mela e un

piatto tipico della trazione contadina, la panzanella: ovvero pane raffermo bagnato

nell’acqua e condito con pomodoro, olio, aceto, sale e basilico, come vuole la tradizione

Laziale. Sarà poi la volta dei “maccaruni” con ragù sabino, una pasta all’uovo tagliata a

mano talmente sottile da sciogliersi in bocca, della coratella e della braciola arrosto con

cicoria, per poi chiudere con una carrellata di dolci tipici.

Domenica 6 settembre invece, a partire dalle ore 17, spazio alla musica tradizionale con “A

tempo d’organetto” con il maestro Daniele La Mano e ai giochi di una volta con il

campionato di “Morra e Sbattimuro”. In tutti e tre i giorni di festa lo stand gastronomico

resterà sempre aperto e sarà possibile visitare “Le erbe pazze”, la mostra sulle specie

vegetali spontanee commestibili allestita all’interno del Cortile Tiberti.

Grazie al “Folk Sabina Festival”, insomma, per un intero fine settimana sarà possibile

perdersi tra i vicoli di Poggio Moiano fra degustazioni di piatti, vini e liquori locali, mostre

ed esposizioni di artigianato, spettacoli teatrali e musicali: sarà un’esperienza difficile da

dimenticare il un paese ricco di storia immerso in un territorio dalla natura rigogliosa.

L’antico borgo conserva tante Chiese degne di nota come quelle di San Martino, San

Sebastiano e Sant’Anna o la parrocchiale dell’Immacolata Concezione e San Giovanni

Battista. Merita una visita anche l’edicola campestre di Santa Liberata, meta di

pellegrinaggio in epoca antica perché la Santa era ritenuta la protettrice dei bambini affetti

da gravi malattie, mentre gli amanti della natura potranno passeggiare nelle splendide

faggete del Parco dei Monti Lucretili. 

 

Info

Data – 4-6 settembre

Località – Poggio Moiano – Rieti

Tel – 3408505381

info@fuoriporta.org

www.fuoriporta.org

https://www.facebook.com/fuoriportaweb

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  GERANO - Storia, Fede e Folklore: torna la Festa e Fiera di Santa Anatolia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.