Castel Nuovo di Porto la “nuova casa” degli afgani in fuga

Anpas Lazio, pronta ad installare un campo tenda e ad organizzare il servizio mensa per le famiglie da accogliere

Nello scenario mondiale si aggiunge una nuova crisi, quella che ha travolto il popolo afgano. Prontamente, l’Amministrazione comunale di Castel Nuovo di Porto indirizza la sua attenzione sulle persone:” disperate che fuggono da un regime che usa la tortura contro ogni dissidenza, con crudele spietatezza e raccapricciante esibizionismo. Persone come noi, ma più sfortunate perché nate nel paese sbagliato. Siamo una piccola comunità ma vogliamo sentirci interpreti dello spirito dei tempi. Provare a fare qualcosa che abbia non solo un valore simbolico o di sensibilizzazione, ma anche una valenza concreta per la gestione della crisi umanitaria che si profila alle porte. Per questo abbiamo deciso di dare accoglienza a nuclei familiari e a persone in fuga dall’Afghanistan che saranno sistemate in immobili di proprietà comunale come palestre o centri sportivi e ricreativi. Abbiamo già inviato una nota ai Ministri dell’Interno e degli Esteri per formalizzare questa disponibilità che ha trovato appoggio e generosa condivisione da parte del mondo dell’associazionismo attivo sul nostro territorio. E’ il caso dell’Anpas Lazio, pronta ad installare un campo tenda e ad organizzare il servizio mensa per le famiglie da accogliere. Castelnuovo di Porto è un comune dove la parola accoglienza nasce spontanea e non fa paura”.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  Tivoli, l'istituto Olivieri diventa inaccessibile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *