Modalità e regole per ottenere il Green pass

Certificazione immediata dopo la prima dose

Novità e obiettivi

Vaccino, certificato di avvenuta guarigione, test di negatività al virus, queste le modalità per ottenere il Green pass.

Le regole poi si declinano in durate differenti: validità annuale per chi ha completato il ciclo vaccinale ma anche per le persone guarite che abbiano ricevuto una sola dose. Con la sola guarigione, invece, il certificato è valido 6 mesi.

Tra le novità è stata introdotta la certificazione immediata, rilasciata cioè subito dopo la prima somministrazione anziché dopo un’attesa di 15 giorni.

C’è poi un Green pass temporaneo, con una validità di 48 ore, che si ottiene con un test anti Covid negativo (anche salivare) oltre che con tamponi antigenici o molecolari.

LEGGI ANCHE  Morti da Covid, i non vaccinati sono 23 volte di più

Sono quasi 82 milioni le somministrazioni vaccinali effettuate ad oggi, più di 40 milioni e mezzo le persone che hanno ricevuto anche il richiamo, ovvero il 75% della popolazione over 12.

L’obiettivo è quello di arrivare alla soglia di sicurezza, cioè l’80%, entro fine mese.

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *