Gli oggetti più preziosi di Amy Winehouse all’asta per una giusta causa

Sono passati dieci anni dalla scomparsa di Amy Winehouse ed è di oggi la notizia che riporta che i suoi abiti, iconici e unici nel loro genere verranno messi all’asta. I suoi indumenti, così come l’ndimenticabile cotonatura, erano il marchio di fabbrica dell’artista. Tra corpetti succinti e min-abiti la pluripremiata artista, deceduta il 23 luglio del 2011, era una delle star più attese sui red carpet proprio per questo suo stile così tanto retrò, che non c’era nessuna che potesse eguagliarla.

Molti tra gli effetti personali della voce jazz/soul (fra cui abiti, libri e vinili), il prossimo mese verranno messi all’asta in California. Questo avverrà poichè al momento a detenere questi beni (sono circa 800) è la casa d’aste Julien’s Auctions, che da oggi li esporrà a New York. Gli oggetti, valutati nel complesso fra 1 e 2 milioni di dollari verranno poi messi all’asta a Beverly Hills il 6 e 7 novembre. Il ricavato sarà una raccolta fondi per la Amy Winehouse Foundation, un’organizzazione nata per aiutare migliaia di giovani a sentirsi supportati e informati, in modo che siano in grado di gestire meglio il proprio benessere emotivo e fare scelte informate su cose che possono influenzare la loro vita.

Una nobile causa per alla quale, sicuramente, la cara Amy non avrebbe detto “No, no, no.”.

LEGGI ANCHE  Al via la festa del Cinema di Roma

 

(L.R.)

 

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *