COVID – Vaccino Novavax: dopo i ritardi c’è una data d’arrivo

Fine settimana. Finalmente c’è una data, o comunque una tempistica chiara, in merito all’arrivo del vaccino Novavax. Un milione di dosi per l’Italia subito e altre due milioni nel mese di marzo. Complessivamente entro l’estate saranno 3,6 milioni le dosi del vaccino proteico, atteso non dai novax “estremisti”, ma da coloro i quali pur volendosi vaccinare hanno avuto troppo timore delle tecnologie a mRNA o a vettore virale. Il generale Figliuolo lo ha confermato a Firenze, nel corso della visita all’ospedale pediatrico Meyer: “Per la fine di questa settimana arriverà il vaccino Novavax : ne riceveremo poco più di un milione di dosi che saranno subito distribuite a tutte le regioni e province autonome. Poi arriveranno ancora un altro paio di milioni di dosi nel mese di marzo”.

Una buona notizia per coloro i quali aspettavano con ansia questo tipo di vaccino, a livello di tecnologia. Le proteine ricombinanti sono infatti una tecnica collaudata già per altre tipologie di infezioni.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  COVID - Ad agosto nuovo picco, parola di Magi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.