TIVOLI – Solidarizza con Pd e Cgil, presidente Anpi bersaglio dei No-Vax

Guerriglia Social per Gabriele Simonelli: aveva manifestato vicinanza per i vandalismi subìti a Monterotondo

Prima gli insulti, a migliaia. Poi l’attacco hacker. Soltanto per aver espresso solidarietà al Partito Democratico e alla Cgil presi di mira dai vandali.

E’ quanto sta accadendo negli ultimi giorni a Gabriele Simonelli, presidente della Sezione Anpi di Tivoli.

Da sabato 11 giugno il profilo Facebook del giovane è bersagliato di commenti sotto un post di vicinanza al Pd e al sindacato Cgil per gli attacchi subìti nelle rispettive sedi a Monterotondo ScaloLEGGI L’ARTICOLO SUL PD, LEGGI L’ARTICOLO SULLA CGIL – , imbrattate con scritte spray firmate dalla “W cerchiata”, simbolo di un gruppo No Vax che aveva già preso di mira le sedi territoriali di tutta Italia fin dai giorni successi all’assalto alla sede romana della Cgil avvenuto ad ottobre 2021.

Stanotte a Monterotondo – aveva scritto Simonelli nel primo pomeriggio di sabato scorso 11 giugno sul suo profilo Facebook – i No Vax sono rispuntati e hanno vandalizzato le sedi di Cisl, Cgil, Pd e del liceo scientifico Peano.

Non basta una guerra in Europa per fargli capire cosa è veramente una dittatura e cosa è il terrore. Incredibile che se la prendano anche con un liceo poi: si vede che “scientifico” era una provocazione per loro cervello da minus habens .

Solidarietà a tutti e massima vigilanza sui territori”.

LEGGI ANCHE  Covid, la fine a portata di mano

Al post erano seguiti migliaia di commenti, oggi – mercoledì 15 giugno – se ne contano 1857, la maggior parte da profili falsi, tra cui uno nominato “Rosa Parks”, come Rosa Louise Parks, attivista statunitense e figura-simbolo del movimento per i diritti civili, divenuta famosa per aver rifiutato nel 1955 di cedere il posto su un autobus a un bianco.

Più di 1600 commenti sul mio profilo – ha commentato il presidente Anpi con un secondo post pubblicato ieri mattina, martedì 14 giugno – insieme ad altri colpiti in contemporanea, di no Vax che strepitano e sbraitano, dopo che hanno vandalizzato a Monterotondo, città medaglia d’argento alla resistenza, le sedi dei sindacati.

Non mi scandalizzo di queste tecniche di guerriglia social.

Ma vedere uno dei loro profili falsi chiamarsi “Rosa Parks” non solo mi scandalizza, ma mi fa infuriare. Bisogna essere dei minus habens per nascondere la propria miseria dietro il nome di una combattente eroica come Rosa Parks.

Viva Rosa Parks e la sua resistenza, nella pattumiera della storia i no Vax”.

LEGGI ANCHE  PALOMBARA SABINA - “Delinquenti”, no-vax denunciata dal Comune per diffamazione

Sempre nella giornata di ieri Gabriele Simonelli ha annunciato di aver ricevuto “un attacco hacker da un canale Telegram No Vax, insieme ad altri profili di partiti e sindacati“.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.