GUIDONIA - Spara e uccide il piccione, cacciatore 82enne denunciato

Il volatile, specie non cacciabile, donato alla parrocchia. Sequestrato il fucile e 10 munizioni

E’ il primo uccello che sia mai stato addomesticato e da dieci anni è stato dichiarato non cacciabile dall’Unione Europea.

Eppure c’è chi per la sua carne molto scura e dal sapore molto intenso è pronto a rischiare.

E’ il caso di un pensionato di 82 anni residente a Tivoli beccato e denunciato dai Carabinieri Forestali di Guidonia.

Secondo le prime informazioni raccolte dal quotidiano on line della Città del Nordest Tiburno.Tv, i militari hanno “pizzicato” l’anziano domenica mattina 19 novembre in località Tor de’ Sordi, nelle campagne a ridosso della strada provinciale Casal Bianco.

I Carabinieri Forestali di Guidonia erano insieme ai colleghi della stazione di san Vito romano e alle Guardie Venatorie della Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli) impegnati nell’ambito dell’attività di controllo denominata “Recall”, dall’inglese ‘richiamo’, come l’apparecchio elettronico che attira gli uccelli vietato dalla legge 157/92 sulla protezione della fauna e del prelievo venatorio e il cui impiego costituisce un reato punito con un ammenda fino a 1.549 euro.

LEGGI ANCHE  FONTE NUOVA - Furto di argenteria in casa dell'80enne, presi due georgiani

Nella rete dei Forestali è finito invece l’anziano di Tivoli che col suo fucile semiautomatico marca Benelli modello Duca di Montefeltro aveva appena impallinato un piccione domestico, denominato appunto “Columba livia domestica”.

L’82enne è stato denunciato alla Procura di Tivoli per abbattimento di esemplari di avifauna appartenenti e specie non cacciabile e si è visto sequestrare il fucile con dieci munizioni oltre al volatile ucciso.

I carabinieri Forestali hanno donato il piccione alla parrocchia di San Giuseppe Artigiano a Villanova di Guidonia.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.