GUIDONIA - Case popolari, modificata la graduatoria “rompicapo”

Sfornato un nuovo elenco, sempre omettendo i dati personali: ora gli aventi diritto sono 224 e non più 219

A giudicare da come è scritta, gli utenti potrebbero faticare ancora a decifrarla.

Oggi, venerdì 29 marzo, il Comune di Guidonia Montecelio ha pubblicato per la seconda volta in 8 giorni la graduatoria aggiornata per l’assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (Erp) destinati all’assistenza abitativa delle categoria svantaggiate (CLICCA E LEGGI LA NUOVA GRADUATORIA).

Lo stabilisce la determina numero 33 – CLICCA E LEGGI LA DETERMINA - firmata dalla dirigente dell’Ufficio Casa Paola Piseddu e dal funzionario Marco Quaranta.

Con l’atto vengono approvate le modifiche effettuate alla graduatoria approvata con la determina numero 31 – CLICCA E LEGGI LA DETERMINA – dello scorso 21 marzo (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

La prima novità che balza agli occhi è che ora gli aventi diritto sono 224, mentre fino a ieri ne risultavano 219.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - La chiesa dell’Albuccione compie 25 anni, festa nel quartiere

Per il resto la nuova graduatoria non si differenzia granché in termini di fruibilità, considerato che sono stati omessi nomi e cognomi, perfino i codici fiscali, rispetto agli elenchi pubblicati sul sito del Comune di Guidonia Montecelio nel corso degli ultimi anni.

Gli interessati potranno individuare il punteggio e la posizione assegnati in graduatoria esclusivamente attraverso il numero di protocollo e la data di spedizione della domanda.

Secondo quanto si legge nella determina numero 33 di oggi, a scoprire che nella precedente graduatoria qualcosa non era andato per il verso giusto sarebbe stato il servizio Politiche Abitative dell’Area V.

“Come da consuetudine – si legge – l’Ufficio ha avviato i controlli di routine propedeutici per le fasi successive, istruttorie delle prime istanze pervenute nel secondo semestre 2023, domande di riconoscimento Criteri di Priorità, analisi dei nuclei familiari ed elenchi essenziali alle verifiche di veridicità delle dichiarazioni rese in sede d’istanza”.

Così sono emerse delle incongruenze, prontamente segnalate venerdì 22 marzo, ossia il giorno dopo la pubblicazione della graduatoria.

LEGGI ANCHE  MARCELLINA - “Marcellina in Danza”, al Gran Galà arriva l'etoile Giuseppe Picone

Pertanto il responsabile del servizio ha avviato un’analisi delle attività istruttorie rilevando una problematica più diffusa procedendo con le comunicazioni idonee alla soluzione del problema in tempi brevi.

A quel punto, la Commissione Edilizia Residenziale Pubblica ha rivisto tutta la documentazione e ieri, giovedì 28 marzo, ha trasmesso l’elenco dei dati da pubblicare in ordine di protocollo.

Riusciranno gli aventi diritto a intercettare la rispettiva posizione in graduatoria?

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.