TIVOLI – La “Preghiera della Pace” in dialetto tiburtino

Il brano composto da Tersilia Doddi Tacconelli

Da Tersilia Doddi Tacconelli di Tivoli riceviamo e pubblichiamo la “Preghiera della Pace”:

“Madonna mea, come vorria

che tu vardissi sopra ‘sta terra

Mo’ ve’ dima’ pe’ tutti quanti

Mo’ co’ ‘ste straggi n’ ze va annanzi,

sì gghiusi l’occhi pe’ non vede’

quanta tristezza sta attorno a te

Quanti reazzitti so’ martoriati,

dalle brutture de li depravati

Mo’… che darìa, Madonna mea,

pe’ fa veni’ sopra ‘sta terra

‘n po’ de pace e de bontà

e nellu core tanta umiltà.

Così te prego, Madonna mea,

pe’ quilli vecchi assettati pe’ terra

che stennu le mani, pe’ fasse dà

‘n pezzu de pane, che non ponnu campa’.

Quantu dolore, povere madri,

pe’ quilli figghi…

ci l’hannu ammazzati,

piagnu disperate de dolore perché quaduno c’ha strappato lu core.

Te prego ancora, Madonna mea,

fa arevenì la pace sopra a ‘sta terra”.

 

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  MONTEROTONDO - Acqua potabile, vietato innaffiare giardini e riempire piscine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.