tivoli

Tivoli, in un mese contagi triplicati

Il sindaco: mascherine anche all'aperto nei luoghi affollati

Dai 48 casi del primo novembre ai 182 di ieri. In meno di un mese si sono quasi triplicati i contagi da Covid a Tivoli. Dati alla mano lo spiega lo stesso sindaco, Giuseppe Proietti: “Il primo novembre erano 48 i positivo; il 7 novembre erano 53; il 15 erano 100, il 25 erano 174 e, purtroppo, ieri, 28 novembre, erano 182″, ha concluso il sindaco.

«Un dato estremamente significativo», ha aggiunto Proietti, «è anche quello dell’aumento della percentuale degli attuali positivi nelle scuole: è proprio tra gli alunni che si registra il 30 per cento dei positivi totali. Questo vuol dire che, seppur a oggi non pare esserci un riflesso importante sulla capienza ospedaliera e, in particolare modo, sulle terapie intensive – grazie al fatto che l’alta percentuale dei vaccinati rende i sintomi più leggeri – tuttavia c’è un importante aumento dei contagi. L’auspicio – ma perché questo si realizzi dobbiamo adottare comportamenti finalizzati alla prevenzione dal contagio – è che la diffusione del virus, anche a fronte della stagione invernale, non cresca molto e che gli ospedali non arrivino a situazioni di insostenibilità trovandosi di nuovo nelle condizioni di dover limitare le prestazioni ordinarie e di screening preventivo; circostanze che, nel corso delle ondate precedenti, hanno portato alla riduzione delle attività ospedaliere per dare spazio a quelle emergenziali legate ai ricoveri dei malati di Covid. Con l’incremento dei contagi c’è il rischio che si verifichino le stesse difficili. condizioni».

LEGGI ANCHE  Continua inarrestabile la marcia di Omicron …

 LE RACCOMANDAZIONI

Una raccomandazione importante, da parte del sindaco Proietti, è di aderire alla campagna di vaccinazione. «Anche se i vaccini non impediscono la trasmissione del Sars-Cov-2, è inequivocabile che il contagio nelle persone immunizzate si sviluppa in forme assolutamente più leggere rispetto ai non vaccinati. Questo vuol dire che il contagio dei vaccinati si può affrontare in casa, come indicano i numeri, gli studi e le dichiarazioni dei responsabili della nostra sanità. Quindi, il mio appello e quello dell’intera amministrazione ai cittadini di Tivoli è di continuare ad adottare tutti i comportamenti di prevenzione anti Covid-19 che abbiamo imparato in questi lunghi mesi di pandemia. Se il numero dei contagi continuerà a crescere, pur avendo programmato di trascorrere le festività natalizie di quest’anno in maniera più vicina allo spirito della nostra comunità, bisognerà, a quel punto, adottare provvedimenti più restrittivi: per esempio l’uso delle mascherine anche all’aperto nelle zone particolarmente affollate proprio durante tutto il periodo delle festività».

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *