SALUTE – In arrivo mille posti in Rsa, strutture per anziani non autosufficienti

Per l'area metropolitana di Roma 550 posti

Via libera alla Regione Lazio per l’attivazione di 1.000 posti di RSA pubbliche di cui 550 nell’area metropolitana romana, 180 a Latina, 80 a Rieti, 150 a Frosinone e 40 a Viterbo. La delibera per il quadro programmatorio è stata firmata ieri alla Pisana.

Di questi mille posti – spiega l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato – 220 saranno a carattere estensivo, 70 a carattere intensivo, 130 per disturbi cognitivi comportamentali gravi, 50 in regime semi-residenziale e 530 di mantenimento”. “Si tratta – chiarisce D’Amato – dell’intervento pubblico più importante messo in atto per quanto riguarda le Residenze sanitarie assistite (RSA) che, assieme al potenziamento dell’assistenza domiciliare, è uno dei cardini della nuova Rete di prossimità. Gli immobili individuati sono tutti di proprietà pubblica o ex IPAB e questo permetterà anche una valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico”.

Le Residenze Sanitarie Assistenziali (Rsa) sono strutture socio-sanitarie dedicate ad Anziani non autosufficienti, che necessitano di assistenza medica, infermieristica o riabilitativa, generica o specializzata.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  DONNE - 300mila euro per progetti di prevenzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.