GUIDONIA - Parco dei Frutti, via alla gara per gestirlo 11 anni

Per il concessionario 1.500 euro d’affitto al mese e una casa per pipistrelli contro gli insetti molesti

E’ una delle aree verdi più belle della città, ma dallo scorso mese di aprile è senza gestore. Per questo il Comune di Guidonia Montecelio intende concedere la gestione pluriennale del Parco dei Frutti, l’area verde attrezzata ludico-ricreativa di oltre 6 mila metri quadrati di via degli Spagnoli, in località Finestroni, a Guidonia Centro (CLICCA E LEGGI L’ARTICOLO DI TIBURNO).

Oggi, lunedì 11 settembre, con la determina numero 28 – CLICCA E LEGGI LA DETERMINA - la dirigente all’Ambiente Annalisa Tassone ha pubblicato una procedura negoziata per la concessione del servizio di gestione del parco di circa 6.140 metri quadrati con annesso bar caffetteria di 100 metri quadrati per sei anni più 5 anni.

Il valore complessivo della concessione è valutato in pari a 465.704 euro, inferiore alla soglia di rilevanza europea, costituito dal fatturato totale stimato per il concessionario, calcolato con perizia estimativa agli atti dello scrivente ufficio, pari a 42.340 euro l’anno, moltiplicato per la possibile durata massima della concessione, pari a 6+5 anni.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Non forzò la mano ai dirigenti comunali, assolto l’ex sindaco Eligio Rubeis

Il canone mensile sarà di euro 1508,35 a base di gara ed è soggetto ad adeguamento annuale secondo le variazioni fornite dall’Istat.

Secondo il capitolato tecnico – LEGGI IL CAPITOLATO TECNICO - il parco “dei Frutti” è un’area verde attrezzata con Pista ciclopedonale, Area giochi, Area teatro, Area cani, oltre ad un campo Polisportivo ed un chiosco.

Oltre a farsi carico dell’ordinaria manutenzione per garantire l’efficienza, il buono stato di conservazione, il decoro e la pulizia del parco, il concessionario dovrà eseguire a proprie spese interventi di messa in sicurezza entro 60 giorni dal verbale di consegna dell’Area:

– ripristino di tutti i coperchi dei chiusini per impianti sparsi per l’Area verde; dovranno essere manutenuti integri per l’intera durata della Concessione.

– ripristino degli avvallamenti presenti nella pavimentazione del campo polisportivo, riportando il campo allo stato pianeggiante.

– ripristino del piano della pista ciclopedonale a livello in continuità con l’esistente, in quanto è avvallata per un breve tratto in corrispondenza dell’area cani.

LEGGI ANCHE  PALOMBARA SABINA - Sagra delle Cerase, l’Amministrazione comunale ringrazia

Il concessionario dovrà inoltre prevedere che entro 2 anni siano realizzati:

1) rete di videosorveglianza con accesso, visualizzazione e salvataggio dei dati in remoto;

2) installazione di 1 unità di defibrillatore pubblico;

3) implementazione illuminazione delle aree nel campo polisportivo;

4) rafforzamento dei varchi di accesso e della recinzione perimetrale;

È altresì obbligo del Concessionario prevedere che entro 2 anni siano realizzati, ai fini del miglioramento della salvaguardia del verde, concordando le modalità con il Concedente:

1) Progettazione e installazione di reti di irrigazione sulla totalità delle aree;

2) Installazione di una casa per uccelli e pipistrelli per la lotta integrata agli insetti molesti;

3) Ubicazione di almeno 2 trappole permanenti contro gli insetti molesti.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.