FONTE NUOVA - Città più sicura, assegnati i lavori per la caserma dei carabinieri

Il presidio dell’Arma sarà costruito dalla “Edil Moter” di Guidonia per 3,2 milioni di euro

E’ un progetto nato 20 anni fa con la costituzione del nuovo comune di Fonte Nuova e ora la Caserma dell’Arma dei Carabinieri è sempre più vicina.

Così con la determina numero 443 – CLICCA E LEGGI LA DETERMINA - il dirigente ai Lavori pubblici del Comune di Fonte Nuova Daniele Cardoli ha aggiudicato l’appalto integrato per la redazione della progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori alla ditta “Edil Moter Srl” di Guidonia Montecelio.

L’azienda fondata dal noto imprenditore guidoniano Mauro Ceci ha vinto la gara assicurando la costruzione del presidio militare con l’offerta più vantaggiosa per un importo complessivo di 3 milioni 272 mila 67 euro e 66 centesimi.

LEGGI ANCHE  GUIDONIA - Musica e risate, alla festa patronale c’è ‘Nduccio

La nuova Stazione dell’Arma dei Carabinieri sorgerà entro giugno 2025 a ridosso della via Nomentana, all’ingresso di Tor Lupara, su un’area acquisita da Enzo e Fabio Ornato da parte dell’amministrazione comunale e ceduta gratuitamente allo Stato.

Secondo il Protocollo di Intesa tra il Ministro dell’Interno e il Comune di Fonte Nuova sottoscritto il 31 gennaio 2022, lo Stato erogherà importi di euro che varieranno tra gli 800 mila e il milione e 200 mila euro annui per il mantenimento del personale, gestione struttura e mezzi di trasporto.

Il nuovo presidio dell’Arma dei Carabinieri sarà una Caserma media, ovvero dotata di 16 unità di personale: l’obiettivo è ampliarla nel tempo per garantire la sicurezza, oltre che nel Comune di Fonte Nuova, anche a Colleverde, Poggio Fiorito, Parco Azzurro e parte di Marco Simone, tutti quartieri del confinante Comune di Guidonia Montecelio lontani circa 20 chilometri dalla Tenenza dell’Arma della Città dell’Aria.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.