L’ultimo morso di Iron Mike

Il nove luglio del 1997, il campione, perde la licenza dopo una delle sue follie    

All’inizio gli esperti di boxe storcevano il naso davanti quel giovane di colore perché era troppo basso, per competere fra i pesi massimi. Nessuno conosceva Mike Tyson destinato a diventare uno dei più apprezzati e forti pugili della storia. In poco tempo il campione americano colleziona record, titoli, soprannomi (Iron Mike è uno dei più utilizzati) e soprattutto spedisce a terra i suoi avversari. Il campione del mondo è anche una straordinaria miniera d’oro e un tipo con Don King la sfrutta alla perfezione contribuendo a scaraventare il pugile in un tourbillon di eccessi e bravate. Una “scempiaggine” si concretizza durante l’incontro fra “King Kong” e il rivale Evander Holyfield, che subisce un morso all’orecchio. Questo episodio irragionevole porta il nove luglio del 1997  Mike Tyson a perdere la licenza. Nel 2013 l’ex campione è stato il protagonista di un film sulla sua vita diretto da Spike Lee, che è riuscito a mostrare anche un nuovo e “positivo” Mike Tyson.

Condividi l'articolo:
LEGGI ANCHE  CALCIO - Dalla fusione tra Roviano ed Arsoli nasce la Virtus Rea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *