Mission Impossible

Ridurre le emissioni, contrastare il cambiamento climatico e traghettare le economie nella transizione ecologica … L’impresa titanica di Napoli

La transizione ecologica, come la rivoluzione per Mao. “Non è un pranzo di gala”. L’ha detto il ministro dell’Ambiente italiano Roberto Cingolani. Con ciò vuole avvisare tutti che dare al pianeta un altro standard di produzione ha un costo elevato. Come fare? Se ne occupa il G20 Ambiente che si prepara a Napoli per oggi e domani. Oggi si parla di Ambiente. Domani di Energia e Clima. Ma è il tema dell’energia quello più divisivo perché implica sforzi economici più grandi e un paradigma di nuove scelte radicali da adottare. Chiaramente si vede nella Cina l’interlocutore più ostico. Il G20 si incentra su biodiversità, protezione del capitale naturale e ripristino degli ecosistemi, uso efficiente delle risorse ed economia circolare e finanza verde.

LEGGI ANCHE  'Ti seguo ma non ti voto'

L’obiettivo allora è creare una moral suasion per la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2021, in programma in autunno a Glasgow.

Condividi l'articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *